Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

Sei mesi di blog! …e la mia torta di compleanno?

Anche se è passato un bel po’ di tempo da quando ho festeggiato il mio compleanno non smetto di ripensare alla bella giornata che ho trascorso insieme alla mia famiglia e agli amici più cari.

Durante i preparativi ho pensato e studiato per giorni e giorni quale sarebbe stato il mio dolce di compleanno e fintanto che non ho avuto bene in mente il profumo del pan di spagna al cacao ed il gusto morbido e rotondo che avrei voluto sentire al palato al primo morso non mi sono fermata un istante.
Volevo un dolce che non venisse dimenticato, non volevo la solita torta di compleanno, perché chiamarla così a me sembra sia meno importante. Desideravo che il mio dolce al cioccolato potesse essere ricordato e scelto per le feste di compleanno in famiglia, per un’occasione speciale o semplicemente da portare in dono per una cena fra amici. Volevo un dolce al cioccolato, con strati di cremoso al cacao che fosse morbido e vellutato ma non stucchevole perché troppo zuccheroso. Mi sono immaginata il gusto del pan di spagna bagnato al rum che si sposa alla perfezione con il carattere della mousse cacao amaro e con l’acidità delle amarene.

Il mio dolce di compleanno

Il mio dolce di compleanno

E’ un dolce senza grassi animali e vi stupirete di quanto sia facile realizzarlo: la base è quella di un pan di spagna al cacao con una leggera bagna al rum farcito con una mousse al cacao amaro e amarene. La decorazione, a piena fantasia, lascia spazio al dolce sontuoso come al classico dessert per una cena fra amici.

Puoi iniziare preparando la mousse e mentre questa riposa in frigorifero procedi con la base per poi comporre il TUO dolce al cioccolato.

Per la base di pan di spagna avrai bisogno di: (dosi per una tortiera diametro 20 cm) 

▪️170 g farina semi integrale

▪️40 g cacao amaro

▪️ 90 g zucchero di canna integrale

▪️ 1 bustina di cremor tartaro (lievito instantaneo bio)

▪️ 1 pizzico di sale integrale

▪️ 280 ml bevanda vegetale (soja, riso, nocciola, avena…)

▪️ 1 cucchiaio di aceto di mele

Procedimento:

In una ciotola versa gli ingredienti secchi e mescola bene, in un’altra versa quelli liquidi e mescola bene. Unisci tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e cremoso. Versa il composto su una tortiera e cuoci a 160 °C per 50 minuti. Sforna e lascia raffreddare completamente prima di sformare.

Per la mousse al cacao avrai bisogno di:

▪️ 400 g tofu seta

▪️200 g cioccolato fondente al 50%

▪️150 ml panna vegetale (riso, soja, avena)

▪️ 1 bacca di vaniglia

▪️ 30 g zucchero a velo di canna

Procedimento:

Trita grossolanamente il cioccolato e fallo sciogliere a bagnomaria. Lascialo raffreddare a temperatura ambiente. Frulla con un minipimer il tofu vellutato (o tofu seta o silken tofu) fino a quando diventa cremoso. Amalgama al cioccolato fuso e aggiungi anche la panna vegetale mescolando delicatamente. Poni a raffreddare un’ora in frigorifero prima di dressare il dolce.

Per la bagna al rum avrai bisogno di:

▪️200 ml acqua

▪️100g zucchero di canna

▪️1 bicchierino di rum

Procedimento:

Metti in un pentolino l’acqua e lo zucchero e scalda a fuoco moderato fino a che lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Una volta che lo sciroppo sarà tiepido, aggiungi il bicchierino di rum e mescola. La bagna per torte alcolica è pronta.

La parte più bella: componiamo il dolce!

Con l’aiuto di un coltello dalla lama lunga dividi in due il pan di spagna. La parte superiore puoi utilizzarla come base andando a regolare la calotta (a me esce sempre un po’ la montagna in mezzo), bagna il disco di pan di spagna con l’aiuto di un pennello o di un cucchiaino.

Spalma un generoso strato di mousse al cioccolato e aggiungi una manciata di amarene sciroppate. Copri con il secondo disco di pan di spagna. Bagna con lo sciroppo al rum e dressa finendo a spatola anche nei lati con la rimanente mousse al cioccolato.

Da spazio alla tua fantasia per la decorazione finale, frutti rossi, cioccolato a scaglie, pezzetti di sfoglia di cioccolato, fiori edibili o semplici ciuffi irregolari fatti a spatola.

Il mio dolce di compleanno

Che faccio? Cosa leggo? Dove sto andando? Parliamo di link love!

▪️ Sono felice di annunciare che ho deciso di associarmi alla Associazione Italiana Food Blogger! Cito due frasi che quando ho scoperto questa associazione mi sono molto piaciute e da cui ho deciso di entrare a farne parte “L’Associazione si propone di aggregare le persone che condividono il medesimo approccio al mondo del cibo, creando occasioni di incontro e mutuo scambio in un progetto condiviso orientato alla formazione. I principali obiettivi dell’Associazione risiedono dunque nella volontà di far crescere la consapevolezza del ruolo dei food blogger nella sfera della comunicazione agroalimentare, attraverso la conoscenza, la valorizzazione, la promozione e la protezione del nostro prezioso patrimonio culturale.” Dire che non vedo l’ora di entrare nella parte operando attivamente è poco, rimaniamo in contatto così potrai sapere in anteprima cosa succede!

“Nove persone su dieci amano il cioccolato; la decima mente – John Tullius”

signature

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *