Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

Per favore non chiamatela zuppa! La vellutata di porri e patate

Quando stamattina sono uscita per una delle tante passeggiate  giornaliere con Jag e Dream l’impietoso meteo di Varsavia mi ha fatto l’occhiolino e dato un’idea per la cena.

Vento gelido e pioggia-mista-a-neve mi han suggerito la vellutata di cui ti parlo oggi: una crema delicata e raffinata, a base di porri e patate.  Perché alzi la mano chi non ha in casa qualche patata e dei porri: quasi tutti!


La storia gastronomica ci narra che la crema di porri e patate nasce da un’invenzione di un cuoco francese Louis Diat che la creò mentre era chef presso il Ritz-Carlton di New York, nel 1917.
La zuppa, ricordava a Diat i sapori e la cucina della sua infanzia, e quindi volle chiamarla Vichyssoise in onore alla città di Vichy, che era il centro più importante vicino alla propria cittadina nativa, Montmarault, in Francia.

La crema Vichyssoise è composta da patate, porri, cipolla, brodo di pollo, latte, panna, noce moscata e pepe; parte di questi ingredienti vengono bolliti, frullati e lasciati raffreddare in frigorifero, poiché la Creme Vichyssoise viene servita fredda, risultando quindi un ottimo piatto estivo.

È facile, ma sontuosa ed ha la sorprendente capacità di poter essere servita fredda, come la ricetta originale prevederebbe, ma anche tiepida e perché no, con una piccola deroga, anche calda.

In piena deroga a quanto sopra aggiungo che questa mia personale versione è una crema da mangiare rigorosamente bollente con un filo d’olio d’oliva di quello buono, dei crostini di pane abbrustolito e magari da accompagnare con un calice di vino rosso. Ah che coccola!

VELLUTATA DI PORRI E PATATE

Mi piace l’inverno perché il cibo diventa protagonista, i sapori di verdure e ortaggi che vivono in questo periodo sono avvolgenti, corposi, decisi.

Il sapore morbido e delicato, tendente al dolce di questa vellutata vi scalderà corpo e cuore. Si prepara in un attimo, gustala caldissima in compagnia di chi ami per moltiplicare la sensazione di coccola.

Ho utilizzato un ingrediente diverso dal solito per questa ricetta: l’olio di cocco. Ti spiego brevemente perché l’ho scelto e lo sto lentamente inserendo nella mia cucina.

Oltre il 90% degli acidi grassi contenuti nell’olio di cocco sono saturi, quindi quest’olio è senza dubbio uno dei migliori per cucinare anche ad alte temperature perché risulta molto resistente al calore.

L’olio di cocco tende a solidificare a temperature inferiori ai 23-24 °C. Si conserva molto bene, può durare per mesi se non addirittura per anni senza irrancidirsi. L’olio di cocco possiede anche numerosi benefici che derivano proprio dall’elevata presenza di acidi grassi saturi come l’acido laurico, l’acido caprilico e l’acido caprico, che risultano utili per migliorare i livelli di colesterolo e aiutare a eliminare i batteri e altri agenti patogeni. Inoltre, i grassi dell’olio di cocco sono in grado di accelerare il metabolismo e aumentare il senso di sazietà rispetto a molti altri grassi.

VELLUTATA DI PORRI E PATATE

Ti lascio senza altri indugi alla ricetta ed in circa 30 minuti avrai una cena sana e gustosa pronta da servire a tavola.

Vellutata di porri e patate (dosi per 2 porzioni abbondanti)

-4 patate di medie dimensioni

-2 porri (3 se non abbastanza grandi)

-2 cucchiai di olio di cocco

-200ml acqua (o brodo vegetale se preferisci)

-Sale q.b.

Rimuovi la prima o le prime sfoglie del porro, taglia la radice. Incidilo a metà e sciacqualo per eliminare terra e fango. Taglialo a rondelle e metti in una casseruola con l’olio di cocco ed un pizzico di sale. Cuoci coperto per circa 10 minuti a fiamma bassa, mescola di tanto in tanto, finché il porro non sarà completamente morbido.

Sbuccia le patate, lavale e tagliale a cubetti. Aggiungile ai porri, fa insaporire un paio di minuti, poi aggiungi l’acqua fino a coprire il tutto e cuoci col coperchio per circa 20 minuti. Aggiusta di sale.

Quando le patate saranno completamente morbide frulla tutto con il minipimer.

VELLUTATA DI PORRI E PATATE

Il sapore principale di questa vellutata è dato dai porri mentre la cremosità è resa dall’amido delle patate. Il risultato è ottimo anche se non ho previsto di aggiungere ingredienti come burro, panna, latte o formaggi. Ho composto il piatto con un pizzico di pepe e una spolverata di lievito alimentare in polvere.

Apparecchia la tavola con cura, versa un calice di buon vino rosso, servi la vellutata calda e gustala pensando a tutto il bene che trasmetti a chi ti siede accanto servendo questo piatto: facile ma che scalda il cuore.

A presto!

 

 

 

0
signature

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *