Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

Curry di cavolfiore. Etnico, gustoso e semplice

Curry di cavolfiore, un contorno indiano ricco di colori e sapori…le spezie sono fondamentali in questa cucina, vengono utilizzate sempre in modo sapiente per esaltare i sapori naturali dei vari ingredienti.

Arriva marzo e mi prende la voglia di primavera. Vedere che riesco a fare foto in luce naturale fino a metà pomeriggio è una sensazione fantastica. Hai mai fatto caso al profumo che ha l’aria di fine inverno? No? Ti invito a provaci, percepire e assaporare il profumo della natura che si risveglia è una sensazione bellissima.

Succede che la primavera si faccia desiderare, succede proprio come in questi giorni che torni a farci visita il freddo inverno con vento, pioggia e neve.

Ho avuto degli alleati molto validi durante l’inverno, ortaggi tipo cavolfiore, broccolo, cavolo romanesco, cavolo verza, che ho cucinato stufati, al forno, fritti o spadellati. Cotture che il nostro corpo ama durante l’inverno perché yanghizzano cioè riscaldano, in inverno bandisco le insalate crude e la frutta tropicale perché troppo raffreddanti e non in sintonia con il clima.

Al colpo di coda dell’inverno ho preparato per una cena confortante questo semplicissimo Curry di cavolfiore.

E’ un piatto molto versatile, potreste, infatti, presentarlo come antipasto in quantità moderate, come secondo accompagnandolo con del riso basmati o come salvatempo per farcire un guscio di frolla da passare poi al forno per una torta salata alternativa.

Ho preso spunto da una ricetta che una bravissima Foodstylist ha condiviso in un gruppo Fb di cui faccio parte, ne ho cambiato qualcosa rendendola vegan e ve la passo affinché possiate prepararla per scaldarvi anima e cuore in questo ultimo strascico d’inverno.

Curry di cavolfiore dosi per 4 porzioni abbondanti:  

  • una cipolla
  • una testa di cavolfiore
  • due cucchiai di olio di cocco
  • un cucchiaio di garam masala
  • un cucchiaio di curry giallo (in polvere o in pasta)
  • un cucchiaio di curcuma
  • un vaso da 250gr di yogurt di soia al naturale (non dolcificato)
  • un barattolo di latte di cocco
  • un barattolo di pomodori pelati
  • sale qb

In una casseruola dal fondo spesso metti a scaldare a fuoco lieve l’olio di cocco.

Aggiungi le spezie e lascia ad insaporire sempre a fuoco lieve. Appena le spezie inizieranno a colorire l’olio aggiungi la cipolla affettata sottilmente e regola con un pizzico di sale (poco perché le spezie aiutano molto la sapidità del piatto).

Cuoci a fuoco lento fintanto la cipolla non sarà morbida quindi aggiungi i pelati e continua la cottura a fuoco medio.

Nel frattempo pulisci e taglia a cimette il cavolfiore. Tuffalo in abbondante acqua bollente per pochi secondi (importante sia al dente per evitare diventi una mappazza quando lo uniremo al curry).

Aggiungi lo yogurt al curry in cottura e mescola per amalgamare. In base alla consistenza aggiungi da mezzo a tutto il barattolo di latte di cocco (se preferisci un liquido più o meno denso) e lascia in cottura a fuoco basso per qualche minuto in modo da amalgamare i sapori.

A fuoco spento aggiungi il cavolfiore sbollentato, una manciata abbondante di prezzemolo o di coriandolo fresco e mescola per amalgamare.

Assaggia ed aggiusta di sale, peperoncino (se piace, io l’ho omesso nell’elenco degli ingredienti), curry e via il piatto è pronto!

Se volessi provare l’opzione al pollo puoi aggiungere i cubetti di pollo già cotti al passaggio in cui hai unito il cavolfiore sbollentato.

Forse non ci hai posto attenzione ma, le immagini di oggi sono quasi un passo indietro se paragonate ai miei ultimi scatti.

Il motivo esiste ed è che sono state realizzate prima del mio workshop avanzato, io noto una differenza notevole in fatto di luci, set e gestione dell’eroe cibo 🙂

Credo non ci faccia male guardarsi indietro, ci permette di focalizzare su quanta strada si è percorsa ma non deve essere un’occasione per sedersi e crogiolarsi sui propri successi, anzi!

 

“Impara tutte le regole, poi infrangine qualcuna. – Monique D’Anna”

 

 

 

0
signature
2 Responses
  • Paola
    marzo 20, 2018

    Mi piace tutto di questa ricetta, il cavolfiore, le spezie, i colori. Me la segno. Baci

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *