Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

Una serata fra igers! Grissini stirati alla birra e cioccolato fondente

Ci sono dei termini che sentiamo nominare ripetutamente ma di cui non abbiamo mai compreso del tutto il significato. Oppure ne abbiamo una vaga idea, ma se dovessero chiederci di spiegarne il significato ci troveremo a tracciarne i contorni in maniera molto generica. Uno di questi è sicuramente Igers.

Per farla breve gli Igers (o instagramers) sono i membri di una community di fotografi, o semplici appassionati, che pubblicano i propri scatti su gruppi tematici di Instagram riservati ad un determinato argomento. Esistono migliaia di canali dedicati a città o regioni, ad es. Igerspn, Igersud, Igersfvg, Igersitalia e via così.
Oltre alle community territoriali esistono anche quelle che hanno per oggetto determinate tematiche, ad es. musica, videogiochi, sport, cucina, ecc.

Sono qui a raccontarti della mia partecipazione ad un evento degustazione presso il Birrificio Artigianale Brussa e Bibione B2O insieme ad alcuni igers di Pordenone. E’ stata una serata molto divertente ad alto tasso social oltre che alcolico anche se confesso che su questo secondo punto mi son astenuta essendomi toccata la sorte di autista 😉

Mi sono comunque notevolmente rifatta nei giorni seguenti perché sono rientrata dalla serata con una buona scorta di bottiglie dell’ottima birra B2O!! Degustando mi si sono iniziate ad accendere delle lampadine ed ho iniziato con gli esperimenti birreschi fino a che non sono riuscita a mettere insieme una buona ricetta che avesse questo liquido ambrato fra gli ingredienti.

Il Birrificio B2O è un’azienda giovane, nata nel 2014 ma già affermata come una realtà artigianale nel suo territorio. Il birrificio B2O nasce dall’incontro di gusti, sensazioni, sapori, e amore per quello che offre la terra, un laboratorio dove mettere in bottiglia i pensieri, per poterli condividere. Spinti da questa grande passione, i soci fondatori, lavorano con il malto, il luppolo e i processi chimici che li fondono e ne fanno una bevanda semplice ma complessa, ricca di storia e di allegria.

L’impasto classico di questi grissini è fatto di pasta di pane ed è stato arricchito con la Birra Brussa che risulta essere un prodotto molto versatile e facilmente utilizzabile in cucina. Che Brussa B2O sia una birra fuori dal comune, lo si capisce già solo dall’aspetto: il bellissimo colore ambrato tendente al rubino, la schiuma cremosa e finemente porosa e l’aroma tipico di una birra ad alta fermentazione rifermentata in bottiglia, caratterizzata da una fine nota di caramello. Queste peculiarità si sposano con il sapore del grano cotto aromatizzato tipico del grissino che è stato così unito al sapore unico di questa birra.

Grissini stirati alla birra e cioccolato (dosi per 10-12 grissini)

  • 200 g di farina semintegrale
  • 75 g di birra (puoi sostituire con una rossa doppio malto)
  • 10 g di lievito di birra
  • 60 g di cioccolato a scagliette
  • 30 g di granella di nocciole
  • 8 g di olio evo
  • 4 g di sale 
  • 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

Procedimento

In una ciotola inizia a sciogliere il lievito spezzettato con la birra e cerca di scioglierlo il più possibile.
Unisci poco a poco la farina setacciata, poi l’olio e lavora bene l’impasto fino ad ottenere una palla liscia.
Aggiungi il sale, le scaglie di cioccolato, la granella di nocciole, l’estratto di vaniglia e incorpora bene, lavorando per circa una decina minuti.
Forma un filoncino, copri con pellicola e lascia riposare per circa 40-45 minuti, quindi taglia a fette di 1 cm di spessore e stira con la mani a forma di grissini.
Lascia riposare ancora per 30 minuti.
Porta il forno a 230°C e inforna per circa 10-12 minuti, sorvegliando la cottura a vista (il colore è leggermente scuro già in partenza e può trarre in inganno).
Nell’ultimo minuto dare eventualmente un “colpo” di ventilato

Si conservano croccantissimi anche il secondo giorno, chiusi in una scatola di latta.  Da me al terzo non ci sono arrivati 🙂

 

 

0
signature

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *