Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="4890"]
Zapisz Zapisz

Quella voglia di Francia. Tarte tatin alle cipolle bionde e fiori di lavanda

Questa doveva essere la nostra settimana di vacanza. Eh già… Hai presente quando sogni da una vita di andare a vedere le coltivazioni di lavanda in Francia? Ammirare i panorami della lavanda in fiore è una delle esperienze più appaganti ed emozionanti che si possono vivere in Provenza, fra villaggi meravigliosamente arrocati, i colori e i profumi che permeano ovunque.

Ecco che per una congiunzione astrale sono a tutt’altra latitudine con 11 gradi di temperatura media ed un vento da nord che fa fischiare le finestre. Bello luglio qui in città, eh si proprio una meraviglia. Al prossimo che mi dice che giù in Italia c’è afa, c’è umido si soffoca o che, lo invito a fare cambio al volo 🙂

Per farmi una coccola mi sono preparata questa strepitosa tarte tatin, l’ho accompagnata con un calice di vin blanc ghiacciato ed ho impostato su Spotify una compilation di canzoni francesi un po’ retro ed ecco che la mia pausa pranzo è diventata très jolie…dentro casa eh! Fuori il diluvio universale era in piena attività.

La tarte tatin è la dimostrazione che errare è umano e che il frutto dei nostri errori può, a volte, portare a risultati sorprendentemente gustosi.

Nacque in una regione centrale della Francia, per mano delle sorelle Tatin, appunto.  Una domenica, mentre preparavano una torta di mele per il pasto di alcuni cacciatori, una delle sorelle dimenticò della pasta brisée al di sotto della torta, lasciando caramellare così le mele nel burro e nello zucchero. Per rimediare all’errore pose la pasta brisée al di sopra del composto e poi rigirò la torta, dando origine a un capolavoro!

Ti lascio la ricetta che prevede l’utilizzo del forno. Se hai troppo caldo per accenderlo segnala negli appunti che arriverà l’occasione giusta 😉

Tarte tatin alle cipolle bionde (dosi per due porzioni abbondanti):

  • Una confezione di pasta brisée
  • 500 gr circa di cipolle bionde
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 5 cucchiaini di zucchero di canna
  • 2 cucchiaini di aceto balsamico
  • una manciata abbondante di timo o Herbes de Provence
  • sale e pepe

Sbuccia le cipolle e tagliale fette dello spessore di un cm e mezzo. Scalda nel forno una tortiera antiaderente qualche minuto. Dopodiché poni sulla tortiera calda [foderata con carta antiaderente] lo zucchero e le erbe aromatiche che hai scelto, adagia le cipolle tagliate e schiaccia con le dita per far aderire zucchero ed erbe. Completa con l’olio e l’aceto balsamico. Regola di sale e pepe. Stendi direttamente sopra le cipolle la pasta brisée ripiegando bene i lati all’interno della teglia in modo che in cottura ‘contenga’ le cipolle. [fa attenzione a come sono disposte le cipolle nella tortiera, usa tutto il tuo senso estetico perché la loro disposizione originerà l’impatto visivo della tarte tatin una volta girata!]

Bucherella coi rebbi di una forchetta la superficie in modo che il vapore di cottura possa fuoriuscire e cuoci in forno già caldo a 180° per 30 minuti nel forno statico e a 160° per 20 minuti in quello ventilato.

Quando è pronta lasciala intiepidire, girala sul piatto da portata e se qualche cipolla scappa dalla composizione recuperala al volo, tanto nessuno ti vede 🙂

Oh là là… la tarte tatin est prêt!

 

Il fiore si nasconde nell’erba, ma il vento sparge il suo profumo.
(Tagore)

0
signature

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *